Aa.Vv.: Noir

0
Condividi:

Noir è una raccolta comprendente quattordici brani di altrettante bands, pubblicata in edizione limitata di 300 copie. Si parte con il dark ambient degli Oltretomba per passare subito dopo a qualcosa di completamente diverso proposto dai Lupinaria, autori di un brano in puro stile power electronics. Si prosegue poi con l’experimental noise dei Thomet e con “Black worms”, brano dei No Light For Tomorrow che ci propone una sorta di power noise rallentato e ipnotico. La traccia numero cinque è ad opera dei Macelleria Mobile di Mezzanotte, che si presentano con un brano decisamente melodico se paragonato ai tre precedenti, ma comunque allucinato e inquietante. La traccia seguente è “Limbo” dei Nenia, quasi una sorta di oscura cantilena, mentre il pezzo dei Cinise ci rimanda ad atmosfere dark ambient. “The stronghold” dei Tuolvok è un breve brano neofolk (solo strumentale), ma con la successiva “Oriser mors”degli Urna si torna nuovamente al dark ambient, in questo caso molto vicino alla musica ritualistica. La decima traccia, quella ad opera dei Morpheus, ci presenta un industrial/ambient molto oscuro, con cori e voci varie in sottofondo. Dopo questo brano troviamo quelli dei Rose Rovine e Amanti, KZ9 e Spiritual Front, tutti accomunati dal fatto che il testo e la parte “parlata” (perché di questo si tratta) predominano su quella musicale. Il cd termina con gli Acherontya Styx, autori di un dark ambient assai disturbante, molto in linea con alcuni dei brani nominati in precedenza e in grado di rappresentare una più che degna conclusione per una raccolta davvero ricca di buoni spunti.

Condividi:

Lascia un commento

*