Angels & Agony: Forever

0
Condividi:

Ver Sacrum Gli Angels & Agony rappresentano per il sottoscritto una specie di promessa non mantenuta o quantomeno mantenuta solo in parte. Mi spiego meglio; avevo molto apprezzato il singolo “Darkness” incalzante brano, con tutti i pregi ed i limiti di certa scena EBM o (come alcuni preferisco chiamarla ora) Future Pop : melodico, ballabile fortemente ispirato alla lezione impartita dai VNV Nation (non a caso sono prodotti da Ronan Harris), insomma niente di geniale ma piacevole, tanto da crearmi buone aspettative per l’album “Eternity” , il quale si rivelo’ invece piuttosto scialbo, carino ma nulla di piu’. Questo nuovo mcd non aggiunge in definitiva granche’ a quanto sin’ ora fatto da questi tre ragazzi olandesi, ma tutto sommato, dopo essermi ascoltato per bene le 7 tracce che lo compongono, devo concludere che gli Angels & Agony si esprimono meglio sulla durata media di un mcd piuttosto che nell’arco di un intero cd. La title-track (nel consueto stile “ballabil-romantico”) viene proposta in 4 versioni ( l’ultima a cura di Assemblage 23) non poi cosi differenti tra loro; le cose piu’ interessanti arrivano quindi dai tre brani inediti : la strumentale “Ohm” e, sopratutto, “Stormhead” e “Lost” dove il numero di BPM sale decisamente; due buoni brani consigliabili ai dj. Non rimane che attenderli al varco delle prossime produzioni per vedere se possono fare il “salto di qualita’ ” o restare confinati nel limbo dei gruppi “carini ma nulla di piu’…”

Condividi:

Lascia un commento

*