Deine Lakaien: White Lies

196
0
Condividi:

Ver Sacrum Già dalla copertina, completamente bianca, con un coniglio anch’esso bianco in primo piano, il nuovo lavoro dei Deine Lakaien trasmette una sensazione di tranquillità e serena malinconia, che è poi la cifra stilistica di questo bellissimo lavoro di un gruppo arrivato alla piena e meritata maturità stilistica. Lasciate ai progetti paralleli le sperimentazioni più ardite, i Deine Lakaien sono ormai approdati ad una forma sonora “classica”, in cui le basi elettroniche di Ernst Horn formano sempre l’ossatura delle canzoni, ma senza essere presenti in modo invadente, lasciando così ampio spazio alla vena lirica e artistica, dal taglio romantico e intimista, propria della magnifica voce di Alexander Veljanov. White Lies è un album di canzoni raffinate, eleganti, dalle melodie soffici e avvolgenti (tra tutte segnalo la splendida “Kiss”, impregnata di sonorità medievali, con tanto di organetto!). Molto spazio è lasciato ai testi, intensi, oscuri e impegnati, che nel caso della commovente “Hands White/Mani bianche” si caricano di protesta, rendendo un giusto omaggio alle giornate di Genova 2001, quando migliaia di mani bianche alzate al cielo chiedevano invano un mondo senza odio e violenza… Un album sicuramente di consacrazione della bravura ed intelligenza di questo gruppo da tanti anni sulla scena, sempre ad altissimo livello.

Condividi:

Lascia un commento

*