Folkstorm: For the love of hate

0
Condividi:

Ritornano alla grande gli svedesi Folkstorm (progetto parallelo dei più famosi MZ 412) con questo For the love of hate, un lavoro che si presenta benissimo già a partire dallo splendido artwork che lo contraddistingue: si tratta infatti di un digipack versione extralusso, di quelli con più “pannelli” apribili, ognuno contenente testo o immagini. La scelta del bianco come colore di fondo delle parti cartonate e del tray è particolarmente azzeccata se pensiamo ad un parallelismo tra quella che è la parte visiva del cd e quello che invece è il suo algido contenuto. La musica che troverete in questo album (tutta composta tra il 1999 e il 2001) è infatti suddivisa in nove tracce alcune delle quali più vicine ad un industrial decisamente scarno e ripetitivo, mentre altre rimandano maggiormente a sonorità power noise e in altri casi al dark ambient. La varietà non manca quindi, se di varietà si può parlare riferendosi a questi particolari generi musicali, a cui molti non si avvicinano proprio perché li considerano troppo monotoni! A costoro consiglierei di andare coi piedi di piombo con questo lavoro, perché certo non contribuirebbe a fargli cambiare idea, mentre a tutti gli altri dico che possono andare sul sicuro: For the love of hate è l’ennesimo incubo sonoro da aggiungere alla vostra collezione.

Condividi:

Lascia un commento

*