Hocico: Signos de Aberracion

0
Condividi:

Ver Sacrum Terzo album per gli Hocico, ormai assorti al ruolo di superstar della scena elettro mondiale. Nel giro di pochi anni, questo duo messicano ha messo a segno dei colpi micidiali con gli album “Odio bajo el ama” , “Sangre Hirviente” ed i mcd “Cursed Land” e “Aqui y ahora en el silencio”, dischi colmi di rabbia ed energia con hits che hanno scosso i dancefloor di tutto il mondo. Un elettronica aggressiva a cavallo tra Wumpscut, Yelworc e Leather Strip, un’energia che specie in concerto sgorga irrefrenabile e produce live set devastanti….. tutti questi ingredienti hanno fatto sì che l’attesa per il loro nuovo cd fosse molto alta, ed alla fine “Signos de Aberracion” non delude affatto. Preceduto dall’ottimo singolo “Untold blasphemies” il nuovo disco ci offre come di consueto brani grintosi ed incalzanti ( “Bloodshed”, “Forgotten tears” ed “Instincts of perversion”) che si alternano con brani strumentali (“En otro lado”, “Callate el hocico”, “Un alma Y el vacio”) che riportano per un po’ la calma, solo in attesa delle prossima deflagrazione sonora. E’ veramente sorprendente come nei loro dischi riescano a convivere queste due realta’ musicali cosi’ diverse senza per questo rappresentare una contraddizione… anzi, c’e’ un perfetto bilanciamento tra le due “anime musicali”della band messicana. In definitiva, questo nuovo disco non apporta novita’ sostanziali nel loro “modus operandi” e percio’ sara’ sicuramente apprezzato a chi ha amato i loro precedenti lavori ; personalmente ho amato maggiormente “Sangre Hirviente”, ma si tratta proprio di dettagli.

TagsHocico
Condividi:

Lascia un commento

*