In the Nursery: Cause & Effect

0
Condividi:

Si potra’ dire che quella dei remix sia divenuta una mania che ha preso un po’ troppo piede e che inevitabilmente faccia pensare ad operazioni strappa-soldi nell’intento di sfruttare il piu’ possibile i brani di un’artista. In certe circostanze sara’ anche vero, ma quando ci si trova davanti ad un disco come questo, ben vengano i remix. Gia’ il fatto di essere al cospetto di un cd che raccoglie 12 brani dell’immenso repertorio dei gemelli Humberstone e’ garanzia di qualita’, se poi a scendere in campo come remixer sono artisti del calibro di Faith & the Muse, Haujobb, Assemblage 23, Flesh Field, And Also The Trees e Chandeen (tanto per nominare solo quelli, forse, piu’ famosi), si puo’ capire che la qualita’ del disco sia a prova di bomba. Confesso che alcuni brani li ho scoperti per la prima volta ascoltando questo disco (la discografia di ITN e’ sterminata !!), quindi non so dirvi quanto le nuove versioni si discostino dall’originale ; cio’ che conta per me, e’ che il risultato ottenuto in “Cause & Effect” e’ (quasi) sempre d’ottimo livello. Micidiali le prime tre tracce del cd : “A rebours” rivisitata dai Flesh Field, “Angelorum” a cura di Faith & the Muse e…….. e poi scendono in campo proprio loro, i gemelli Humberstone, con una magistrale rivisitazione di “Love will tear us apart” dei Joy Division, conferendo al brano un incedere quanto mai triste e malinconico : una versione eccellente ! I successivi colpi li assestano i remix di Chandeen per il brano “Belle Epoque” e i redivivi And also the Trees con “Corruption”…… inutile proseguire, grande disco per tutti i fans di In The Nursery e per tutti gli amanti della buona musica in generale.

Condividi:

Lascia un commento

*