Nebular Moon: Metamorphosis

0
Condividi:

La storia dei Nebular Moon inizia nel 1996, anno di fondazione di questa band tedesca, che ha all’attivo la pubblicazione di due full-lenght e di un mcd. Tra questi lavori l’album Of dreams and magic (uscito nel ’99) è certamente stato il più celebrato, dato che in Germania ha ricevuto un’ottima accoglienza da parte della stampa musicale. L’ultima fatica discografica del gruppo è questo Metamorphosis, che è stato registrato presso i famosi Spacelab Studios (dove anche i belgi Ancient Rites hanno lavorato) ed è composto da brani sicuramente più veloci e aggressivi di quelli proposti in passato. Le nuove songs possono facilmente essere accostate alla categoria del black/death metal sinfonico, anche se c’è da sottolineare una certa originalità da parte dei Nebular Moon, specie nell’uso delle vocals ed in certe atmosfere particolarmente oscure e apocalittiche create grazie ad un sapiente uso delle tastiere (vedi per esempio il brano “Der finale schrei”). Se questo album fosse uscito per una grossa label, e non sulla misconosciuta CCP Records, avrebbe certamente goduto di una spinta pubblicitaria molto forte, e la band di conseguenza avrebbe visto crescere in maniera esponenziale la propria popolarità, dato che le qualità e il talento non mancano affatto a questi ragazzi. Visto però come funziona il mercato musicale odierno, nel quale ben poca attenzione viene riservata alle bands minori, direi che per i Nebular Moon l’ingresso nella cerchia delle bands popolari è rimandato, ma chissà che la prossima non sia la volta buona…

Condividi:

Lascia un commento

*