Pulcher Femina: Shadows of the Lovers

0
Condividi:

Ver Sacrum Secondo cd per il duo romano,dopo il buon esordio di “Fallen Angel”. Registrato in Germania, negli studi di Volker Lutz (membro degli ex Evil’s Toy, ora solo Toy) il disco e’ una sapiente miscela di atmosfere wave, malinconiche ed autunnali, con ritmi ballabili quasi EBM. Di assoluto rilievo la voce maschile che, unitamente alle musiche, non puo’ non rimandare a band come Frozen Autumn e Clan of Xymox; indubbiamente, rispetto al primo cd, si sente la mano di Volker Lutz, ovvero c’e’ una maggiore propensione dance, che non sfocia pero’ nell’EBM piu’ scatenata, ma rimane piu’ legata ai canoni del synth-pop (che poi e’ la strada percorsa dal combo tedesco da quando ha modificato in maniera chiaramente simbolica il proprio nome da Evil’s Toy a Toy). Potremmo definire questo cd come una perfetta combinazione tra la migliore wave anni ’80 e il synth-pop anni ’90. Synth-pop e dark wave sono quindi le coordinate di riferimento per questo ottimo disco….. ragazzi, e’ un vero gioiellino !!! Piu’ lo ascolto e piu’ mi piace. Non cito tracce in particolare perche’ sono quasi tutte e 12 sullo stesso (alto) livello. Non mi resta che chiudere augurando ai Pulcher Femina il successo che meritano.

Condividi:

Lascia un commento

*