Stormlord: The Curse Of Medusa

0
Condividi:

Prossimi alla pubblicazione del loro secondo album (prevista per il prossimo autunno, sempre su Scarlet) i romani STORMLORD rilasciano questo interessante mini contenente 7 pezzi, dei quali due andranno a far parte della track-list dell’annunciato nuovo lavoro, due registrati dal vivo, due tracce esclusive, oltre ad una nuova versione di “Baphomet”, classico dei Death SS qui riproposto in versione rimasterizzata, con aggiunta di nuove parti di tastiera e basso. L’epic-black dei nostri beneficia ora di consistenti iniezioni sinfoniche, che ne arricchiscono il suono donandogli corposità e carica drammatica. Le due lunge songs iniziali, “The curse of Medusa” ed “Under the Samnite’s spears” sono paradigmatiche: parti velocissime ed ambientazioni glaciali sferzano l’ascoltatore in un parossismo di violenza controllata, nonostante la durata non mostrano segni di cedimento compositivo. L’outro “The death of Medusa”, pur breve, è tenebroso ed inquietante, mentre i due brani registrati live (a Roma il 14 dicembre del 1999), una personale rivisitazione di “Creeping death” dei Metallica e “A descent into the kingdom of the shades” costituiscono quasi un trampolino ideale fra passato e futuro. Lavoro interessante, anche se attrarrà soprattutto i sostenitori dell’insieme capitolino.

Condividi:

Lascia un commento

*