The Blue Season: Secede

0
Condividi:

Le prime note di D.A., brano posto all’apertura del CD, sono paradigma chiaro di quanto l’ensamble teutonico ci proporrà, ossia gothic-rock di buona fattura, caratterizzato da liquide sonorità talvolta di chiara derivazione post-sisteriana, anche se doverosamente “attualizzate” e blandamente “metallizzate”, e dal doppio cantato femminile/maschile. Niente di innovativo, adunque, ma quando trattasi di brani eseguiti con gusto e privi di indegne cadute di stile, come in questo caso, si può tranquillamente accantonare la strenua ricerca di un’originalità latitante. Un lavoro omogeneo, forse troppo, tanto che quando il dischetto termina il suo naturale percorso alcun pezzo rimane impresso nella memoria, bensì degno comunque di rispetto, se non altro per l’indubbia professionalità esibita dagli esecutori. Suono nitido, produzione eccellente

Condividi:

Lascia un commento

*