The Retrosic: Messa Da Requiem

0
Condividi:

La mia irrefrenabile bramosia di scoprire nuove bands interessanti viene in questi giorni pienamente soddisfatta da questo mcd. Segnatevi questo nome e cercate di procurarvi questo disco : 7 tracce entusiasmanti che manderanno in visibilio specialmente i fans di Wumpscut : “Ground Zero”, “Eat me alive” e “We become one” potrebbero essere uscite da qualunque cd di mr. Rudy Ratzinger, tanto e’ simile il sound, la voce e la carica di “aggressivita’ ” . Nelle tracce “Prevail”, “Tod edit 1” e “Tod edit 2” subentra invece una voce femminile d’impostazione lirica, il cui tono “operistico” puo’ giustificare il titolo del disco (nei crediti citazione d’obbligo per Giuseppe Verdi) Completa la tracklist una nuova versione di “Death means nothing” tratta dal loro cd d’esordio “Prophecy” ; qui la voce e’ piu’ “naturale”, ma io preferisco l’impostazione dei nuovi brani in “Wumpscut style”. Bella la grafica del cd che unisce la sacralita’ di una cattedrale e di una scultura tombale con immagini di “Metropolis” di Fritz Lang. Candidati al titolo di “rivelazione dell’anno”.

Condividi:

Lascia un commento

*