Die My Darling: Virulent

0
Condividi:

Non sono molto in sintonia con il correntone electro, ebm, e (mi dicono, addirittura) future pop che imperversa sulla scena oggi come oggi. Sicchè quando mi capita qualche cosa che olezza di gothic rock mi ci accosto voltentieri e così e successo con questo gruppo americano. Gli ingredienti sembravano esserci tutti: art work accativante, look giusto (molto glam, alla London After Midnight, per intenderci). E poi… tutto qui. Perchè il disco è sinceramente inascoltabile: “God has stopped speaking”, il pezzo d’apertura, è né più né meno che nu-metal con tanto di riff chitarristici stoppati e voce simil rap (non bastano effetti precotti di tastiera a “fare dark”). Con “Pain” andiamo un pò meglio: è un pezzo cadenzato e abbastatnza potente supportato da tastiere galoppanti, che sembrerebbe comunque scritto da London After Midnight poco ispirati. E poi “7 days” un corto lento strumentale che pare essere tale solo perchè qualcuno non ha avuto voglia di accostarci due parole. E ancora “Thake this sickness” lentone elettronico (che aspirerebbe ad essere l’hit dell’album, essendo presente in due versioni), debitore, soprattutto nel cantato, dei Christian Death di Valor, ma che starebbe benissimo anche nella discografia degli Umbra et Imago. Ecco poi apparire “I wake up screaming”, dove addirittura, per non fare torto a nessuno, si sentono chitarre prese pari pari dai Christian Death di Rozz, di cui si scimmiotta anche il cantato. “Waiting for Dawn” è invece quasi pop, con voce alla Valor e cantato femminile che vorrebbe richiamare Gitane Demone (sposata a Tilo Wolf, però). E così via, per altri sei pezzi, senza un minimo di originalità, o il tentativo di uniformare in un unico stile la pluralità delle ispirazioni. Anche i testi, con le loro trite tematiche vampiriche facili-facili, lasciano molto a desiderare. Una nota positiva, però, c’è ed è “Just defy me”. Compatto, ben scritto, ben arrangiato, con sonorità gothic anni ’80, miscelate ad altre più trendy, persino ballabile: é una cover di Lenny Kravitz/ Madonna, però.

Per informazioni: PO BOX 93247 Hollywood, Ca, 90068 USA
Web: http://diemydarling.com
Condividi:

Lascia un commento

*