"O quam tristis....": Le Ritual Sacré

0
Condividi:

Ver Sacrum Il gruppo francese “O quam tristis…” ci regala con questo suo secondo album un lavoro davvero di notevole qualità, sicuramente uno dei migliori realizzati quest’anno nell’ambito della musica medieval/ethereal. Le Ritual Sacré è un viaggio nel mondo liturgico, con liriche riprese dalla “Messa Sacra” e da altri testi anonimi in latino, il tutto rivisto e corretto in chiave contemporanea. Non si tratta però di rifacimenti di antiche musiche medievali, ma di brani che rifacendosi a quelle atmosfere riescono, anche attraverso un uso davvero abile e mai invadente degli strumenti elettronici, a creare qualcosa di originale e coinvolgente. Quelle di Le Ritual Sacré sono sonorità oscure, intense e complesse, spesso costruite sulla stratificazione di più voci, sul contrasto tra quelle maschili e quelle femminili e sulla ripetizione ritmica dei testi, che danno ai brani un aspetto cantilenante e ritualistico, tipico delle melodie ecclesiastiche (“Domini Nostri Jesu Christi”, “Simili modo”, “Per Christum”, “Placeat tibi”). Ci sono però anche pezzi di maggior potenza, addirittura quasi ballabili, dove le sonorità elettroniche sono in primo piano, come “Gratias agimus tibi”, davvero intenso ed emozionante e lo splendido “Venerabilis manus suas”, altri dalle tonalità quasi orientaleggianti (“Suscipe Sancte Pater”), altri ancora dominati dalle percussioni (“Perceptio Corporis Tui”) o dalla voce femminile eterea ed ammaliatrice (“Et incarnatus est”). Insomma si tratta di un lavoro che riesce ad amalgamare e condensare in modo estremamente efficace tante ispirazioni diverse in un unicum di rara bellezza ed armonia.

Condividi:

Lascia un commento

*