Delight: Eternity

0
Condividi:

Ver Sacrum La Metal Mind Records ultimamente sta pubblicando lavori davvero degni di grande attenzione, vedi ad esempio l’ultimo cd degli Artrosis e questo nuovo album della gothic metal band Delight. Il gruppo è ormai al terzo full-lenght e gode di un grosso seguito nella natia Polonia, dove ha anche partecipato con grande successo al famoso Castle Party Festival. Eternity è un gran bell’album di gothic metal sognante, decisamente superiore alle produzioni di gruppi ben più blasonati. L’unione tra potenza e melodia è il punto di forza di questo lavoro perché nessuna delle due componenti eccede mai rispetto all’altra, dando così vita a composizioni di grande fascino. Da sottolineare la prova vocale della bravissima singer Paulina Maslanka, la cui voce vellutata si adagia perfettamente sul tappeto sonoro creato dagli altri cinque componenti della band, ma non meno importante per la resa dell’album è l’ottima produzione di cui esso gode. I Delight citano tra le loro influenze The Gathering, Nightwish, Moonspell, Paradise Lost, Type O Negative e in effetti gli autori di Eternity rappresentano un po’ un condensato di tutti questi gruppi, anche se in generale quello a cui forse si avvicinano di più è il primo della lista, soprattutto per il modo di cantare di Paulina, simile a quello di Anneke Van Giersbergen. Un album da non perdere, e un modo per scoprire una realtà musicale (quella polacca) finora poco conosciuta ma che a quanto pare è in grado di riservare grosse sorprese.

Condividi:

Lascia un commento

*