Moonlight: Candra

0
Condividi:

Ver Sacrum Settimo album, questo Candra, per i polacchi gothic metallers Moonlight, otto pezzi che ribadiscono la linea creativa del gruppo: estrema varietà negli arrangiamenti e nelle soluzioni, notevole complessità nelle composizioni e diversità stilistica fra le stesse. Si va dal nu metal-art rock di pezzi come “Ronaa”, al gothic- metal à la Gathering di “Luna II”, a bei lenti atmosferici come “Meren-Re”, a cose quasi folk come “To See Yourself” o la bellissima “Goodnight”, o quasi ambient-neofolk come “Asuu”. Questo dell’estrema varietà, se da un parte può essere considerato il pregio del lavoro dei Moonlight, dall’altra ne può costiture il limite, nella misura in cui l’insieme perde di immediatezza e può diventare di faticoso ascolto, perchè si tende a preferire un pezzo all’altro a scapito della comprensione unitaria. Comunque, un lavoro di tutto rispetto.

Condividi:

Lascia un commento

*