In Strict Confidence: Engelsstaub

0
Condividi:

Ver Sacrum Sulla scia del successo dello splendido Mistrust the angels, gli I.S.C. ci offrono il secondo singolo estratto dall’album. Il brano (scelto direttamente dai fans votando sul sito internet della band) e’ “Engelsstaub”, qui proposta in tre nuove versioni piu’ il videoclip per PC. Ancora una volta da sottolineare la splendida veste grafica del disco, con sovracopertina in cartone lucido e booklet con foto e testi; le immagini ovviamente sono ancora imperniate (come gia’ fatto per il singolo “Herzattacke” e per l’album) sulla figura dell’angelo calato in un contesto “industriale”. Veniamo alla musica: come detto, tre nuove versioni per la title-track; l’extended version e’ quella piu’ simile alla versione apparsa sull’album. I remix di Steve Dragon e Dkay.com poco possono aggiungere ad un brano così bello, ma sono comunque entrambi validi; in particolare mi ha colpito quello di Dkay.com (elettroclash rmx) con passaggi strumentali che mi hanno ricordato sonorita’ wave, stile Gary Numan. “Bruder” e’ una nuova versione del singolo dei Melotron di qualche mese fa in cui Dennis Ostermann figurava come cantante ospite. Il brano viene riproposto in maniera non molto differente a dir la verita’ ma comunque, visto che il pezzo mi e’ sempre piaciuto, non e’ un problema. Classico stile “EBM teutonico” potente, da cantare e ballare. “Auriez vous peur du passè ?” e’ un oscuro brano strumentale industrial, con brevi frase sussurrate; ipnotica ed affascinante. “Kiss of death” e’ un lungo (10 minuti) brano registrato “live in studio”: lenta, minimalista ed ossessiva, ribadisce tutta l’ oscurita’ di cui gli I.S.C. sono capaci. Questo MCD è l’ennesima conferma per un gruppo che non deve dimostrare piu’ niente a nessuno; gli I.S.C. si sono guadagnati da tempo un posto nell’Olimpo dei migliori…. chi non li segue non sa cosa si perde.

Condividi:

Lascia un commento

*