Dismal: Rubino Liquido - Three Scarlet Drops

0
Condividi:

Ver Sacrum L’intro “Tre scarlatte stille…” fuga presto ogni dubbio, “Rubino liquido…” non è il solito dischetto gothic-metal! Progetto ambizioso, questo dei Dismal, valido terzetto capace comunque di stupirci, valendosi di doti compositive ammirevoli, messe al servizio di sonorità ricercate ma mai tronfie od orticanti. Pur sfruttando formule ormai consolidate, quali l’utilizzo della doppia voce femminile-maschile (questa sia clean che growl, nessuna novità) ed orchestrazioni ridondanti, i nostri riescono a tener ben vivo l’interesse dell’ascoltatore, anche di quello obnubilato dall’overdose di pubblicazioni di dubbio valore infestanti il sottobosco gothiko. Bella a tal proposito “Chemical nature of rubedo”, traccia che chiude la prima parte del CD (titolata “Nigredo”; le altre due, meglio, gli altri due drops, come viene suddivisa la track-list, sono “Vànitis”, in cinque movimenti, e “Dionisiaca”, pezzo unico), con la voce di Ae davvero ben calata nel contesto di un brano accattivante. “Stasi” evidenzia il grande impegno che l’insieme (supportato da tre validi sessionmen) infonde nella definizione di pezzi articolati e dal solenne impatto. Maiuscola la prova dei cantanti, mai sopra le righe e sapienti utilizzatori dello stromento che Madre Natura ha donato loro. Uno dei momenti più alti di questo “Rubino Liquido…”, al quale fa seguito la decadente “Ametistìa”, dal lento e melancolico incedere dettato dal piano di Bradac. Invoglia a pigiare nuovamente il tasto play! Oh, indugiamo ancora nell’apparente leziosaggine che vellica delicatamente i nostri sensi che la quotidiana bruttura ha orbato! Cori virili innerbano “esse “S””, base di piano scudisciata dalle chitarre e dalla batteria, ed a tratti provo quell’emozione epidermica che mi diede il sublime “The silent enigma” (Anathema!!!). “a Venere” si sobbarca l’onere di chiudere il disco, lo fa con severa maestosità, ed è davvero un degno epilogo. Bradac, Afelio ed Ae, meritevoli siete di rispetto ed ammirazione!

TagsDismal
Condividi:

Lascia un commento

*