Djinn/Urna: Depression/Lamiis

0
Condividi:

Castlewood è un’organizzazione che ormai da anni si occupa di distribuire e dare voce alle forme più nascoste ed estreme dell’underground italiano; nata fondamentalmente come etichetta che produceva demo-tapes, da qualche tempo a questa parte è passata al formato CD-R; nella prima metà di quest’anno, ha progettato l’uscita di cinque split CD per dare spazio a dieci gruppi che hanno difficoltà ad emergere. Dei due progetti presenti su questo lavoro, Djinn è, per quanto mi riguarda, una novità, mentre Urna è una “vecchia” conoscenza, avendo io ascoltato un suo demo tape. Djinn, il cui nome indica, se non sbaglio, gli spiriti (spesso malvagi) dell’aria in alcune culture mediorientali, è un progetto caratterizzato da un’ambientazione molto cupa in cui ai suoni gravi dei drones del dark ambient si sovrappongono i disturbi e le distorsioni tipici del power electronic; Urna, pur essendo in alcuni frangenti abbastanza prossimo, come sonorità, al precedente ha a tratti un approccio più “pulito” al materiale sonoro, e risulta meno soffocante è più astratto: alla claustrofobia si sostituisce una sensazione di stranimento ipnotico. La presenza di campioni di cori (a tratti mi sembra di sentire dei canti gregoriani) non deve far pensare ad una somiglianza con Raison D’Etre, poichè qui non si raggiungono mai vette così elevate di coinvolgimento emotivo, di sperimentazione ed eleganza formale. In ogni caso mi sembra un lavoro degno di attenzione.

Per informazioni: Castlewood Organization Alessandro Maneo Corso Umberto I 38 80046 San Giorgio a Cremano (NA) Italy
Email: castlewood.org@libero.it
Condividi:

Lascia un commento

*