Alan Woxx: Bloodrain

0
Condividi:

Ver Sacrum La raggelante “Like a saviour of death”, breve scheggia che funge da intro al presente dischetto, risulta alquanto fuorviante, trattandosi di dark-ambient fra l’altro per nulla originale, con quel gracchiar di corvacci e cupo incedere delle keys. Anche la prima parte di “Bloodrain” non promette gran che bene, poi lo sviluppo del brano riesce a sorprenderci. Ci troviamo al cospetto di goth-wave di pregevole fattura, anche se senza dubbio derivativa, e va premiato lo sforzo dell’autore, teso a proporci un brano ascoltabilissimo e sufficientemente elaborato, pur valendosi di un apparato strumentale assai spartano. La voce di Alan (Philippe Rieu) rimanda al Rozz Williams più ispirato, Bloodrain è davvero un piacevole “mélange” di wave ottantiana e di ottimo gothic-rock, e nemmeno i suoi nove minuti ed oltre di durata vanno ad inficiare il risultato finale. Peccato che la conclusiva “The rainbow of hell” non confermi affatto le ottime intenzioni prima esposte, risultando alfine traccia assolutamente trascurabile, peggio, parendo raffazzonata alla bell’e meglio. Troppo poco un solo brano completo per giudicare le lodevoli intenzioni del buon Philippe, al quale va comunque la nostra simpatia. Da culto la fotografia che chiude il booklet, mentre da rivedere è la pronuncia.

Per informazioni: Alan Woxx c/o Philippe Rieu - 11, impasse Berchet 69008 Lyon France
Web: http://www.destroy-angel.com
Email: alanwoxx@free.fr
Condividi:

Lascia un commento

*