Seabound: Poisonous Friend

0
Condividi:

Ver Sacrum E’ decisamente un buon mcd questo “Poisonous friend” dei tedeschi Seabound, un prodotto ricco sia in termini qualitativi che quantitativi (9 tracce) : l’essenziale ricetta dei Depeche Mode (veri e propri “godfathers” per moltitudini di bands elettro) viene qui rivista in chiave moderna ad uso e consumo degli amanti dell’elettro-pop piu’ ricercato in virtu’ di un eclettismo che alterna brani piu’ ritmati con altri dal maggior impatto melodico/romantico. La title-track costituiva indubbiamente uno dei migliori episodi dell’album “Beyond the flatline”, e quindi viene scelta giustamente come secondo singolo; sul mcd la ritroviamo in quattro versioni, tra cui l’immancabile “clum mix” ed un remix a cura degli americani Iris, per l’occasione meno melensi di quanto non lo siano nei loro album. La tracklist prosegue con un nuovo remix di “Contact” (singolo che anticipò l’uscita dell’album) : ne sono autori i redivivi Cut Rate Box, con un risultato piuttosto buono; altro remix per “Watching over you”, uno dei brani piu’ intimisti presenti su “Beyond the Flatline” : l’autore stavolta è Haujobb che tiene alto il suo nome con l’ennesimo ottimo remix al suo attivo; “Transformer” è l’ultimo brano ad essere”rivisitato” : il compito spetta agli Stromkern con un risultato poi non molto distante dalla versione edita sull’album. Eccoci ai due brani inediti : “Traitor” e “Without you” incarnano le due anime della musica dei Seabound, ovvero una maggior propensione dance (a dire il vero con accenni anche “duri” nell’occasione) per la prima traccia ed una decisa virata verso il romanticismo nella seconda. I Seabound si confermano quindi autori di elettronica raffinata che ha nei Covenant un preciso punto di riferimento; per chi ha apprezzato “Beyond the flatline”, questo mcd è un ideale complemento.

Condividi:

Lascia un commento

*