Aiboforcen: Kafarnaum

0
Condividi:

Ver Sacrum Nuovo album per i belgi Aiboforcen, band dietro cui si celano i boss della rivista Side Line. “Kafarnaum” è un album decisamente riuscito, che spazia dal’EBM, all’industrial, alle nuove tendenze “dark trip hop”: un caleidoscopio di musica elettronica quindi, ora estremamente “dance”, ora estremamente “oscura” (il legame della band con temi macabri è implicito sin nel loro nome… leggetelo al contrario). Tali momenti “oscuri” sono rappresentati dai 5 episodi sul tema del “chaos” e dalla title-track che chiude l’album; per il resto abbiamo parecchi potenziali hits da discoteca, brani dall’alto voltaggio adrenalinico e dai battiti incalzanti dinanzi ai quali è impossibile restere indifferenti: beats trascinanti e melodie sinuose cesellate sulla voce femminile. Se devo trovare un difetto a questo disco, posso fare riferimento solo alla sua lunghezza (16 tracce, una costante questa in casa Alfa Matrix), che comporta un certo abbassamento della qualità dei brani in alcuni episodi, ma si tratta stavolta proprio di andare a cercare il pelo nell’uovo. Lavoro da ascoltare e da apprezzare per una band ancora troppo “di culto”.

Condividi:

Lascia un commento

*