Assemblage 23: Ground

0
Condividi:

Ver Sacrum Appurato che “Storm” è indubbiamente uno dei migliori dischi del 2004 in campo elettro, è altrettanto sicuro che “Ground” sia uno dei brani di punta dell’album, eccolo quindi arrivare come secondo singolo per il gruppo di Tom Shear. Sul cd trovano spazio tre versioni della title-track (di cui una è la stessa apparsa sull’album), oltre a due brani inediti, che come già avvenuto per gli inediti apparsi sul singolo “Let the wind erase me”, hanno poco o nulla da inviare ai brani scelti per comporre la tracklist di “Storm”. Le due inedite sono “Consequence”, melodica e ballabile in puro stile Assemblage 23 e la strumentale “Lament”, brano molto suggestivo, imperniato su una base di pianoforte. Tornando invece a “Ground”, le due nuove versioni sono una “darker version”, che come la la versione originale è particolarmente adatta ai dancefloor ed una “acustic version”; quest’ultima è veramente particolare, poichè come dice il titolo stesso, ci offre “Ground” interpretata solo dalla voce di Tom accompagnato dalla chitarra acustica, dimostrandoci che questo brano fa la sua bella figura anche in questa esecuzione minimalista. Pregevole singolo, sia per il valore degli inediti che per quello dei remix.

Condividi:

Lascia un commento

*