L'Impero delle Ombre: L'Impero Delle Ombre

0
Condividi:

Ver Sacrum Il gruppo ha in Giovanni (voce e cori) ed Andrea (chitarre) Cardellino il nucleo principale, arricchito dalla presenza di due veterani quali Enrico e Dario Caroli degli storici Sabotage, leggenda del primevo heavy metal italico. Viaggiamo lungo coordinate obscurissime, i riferimenti sono in fatti dettati da acts affondanti nel buio del passato quali Jacula, Black Widow, Angel Witch, i sulfurei finnici Sarcofagus, l’imprescindibile Sabba Nero, ma pure realtà a noi contemporanee o quasi (Malombra, Abiogenesi, Death SS…). Atmosfere plumbee ed evocative, come nell’opener “Condanna” (preceduta dall’intro “Il canto del cigno”), nell’enigmatica “Rituale” nella pesantissima “Il giardino dei morti”, dal pachidermico incedere, una vera dichiarazione di fede doom (dai cori sostenuti da un altro mito del metallo pesante quale Bud Ancillotti)! Inquietanti tastiere introducono la catacombale “Ghost”, quasi dieci minuti di pura sofferenza ed angoscia, pezzo lentissimo sostenuto da delle chitarre minacciose e suddiviso in quatto movimenti. Questi ragazzi si dimostrano competenti ed assai rispettosi della lezione impartita dai maestri, questo autentico moloch di sanguinolento heavy-dark lo dimostra appieno, andando a citare con gran misura pure i siderali Pink Floyd. Diamante grezzo dall’arcana bellezza, “Ghost” è brano epocale che ci fornisce l’esatte dimensioni del talento artistico dei suoi estensori. Chiude la cimiteriale “Corpus, animae et spiritus”, horrorifico strumentale che mi ha fatto riandare ad indiscutibili capolavori italici del passato quali “Il segno del comando” (lo sceneggiato con Ugo Pagliai e Carla Gravina, ma pure il progetto patrocinato dalla Black Widow), del quale media la grande tensione narrativa. Ed il marchio della coraggiosa etichetta genovese non poteva non apparire pure sul presente lavoro, destinato ad essere presto iscritto nel libro nero del dark/doom fra coloro che sono eletti. Dalle tenebre!

Per informazioni: www.limperodelleombre.it
Web: http://www.blackwidow.it
Condividi:

Lascia un commento

*