The Void: Remember

0
Condividi:

Ver Sacrum I genovesi The Void sono attivi dal 1998, ed in questi anni hanno maturato una notevole esperienza live, oltre ad aver composto diverse tracce, raccolte nel CD “Farewell” del 2003, rilevante compendio della loro evoluzione artistica. Non trattavasi certo di addio, quel disco, tant’è che giunge a pubblicazione “Remember”, offerto in due versioni, quella definitiva di nove tracce e quella promo (oggetto di questo articoletto) che ne contiene cinque, sufficienti comunque a fornirci una idea compiuta della maturazione stilistica dei nostri. Il metal darkeggiante e malinconico dei The Void trova illustri riferimenti nell’ala meno oltranzista del doom, quella incline alla contaminazione col gothic (“Remind me I have to die”), presentando interessanti fattori di innovazione, come nella successiva “Lost in oblivion”, tragica piece movimentata da inserti horrorifici e da un cantato teatrale, riuscendo così a stupire l’uditore con repentine mutazioni di ambiente. Ed è proprio un sottile ed onnipresente velo di tristezza a costituire fattore comune di tutte le canzoni di “Remember”; a ciò contribuisce il particolare cantato di Demon, che a tratti ricorda Nick Cave! “Cadmo” è pezzo cangiante e sostenuto da un grande lavoro delle tastiere, ricco di cambi di tempo che mettono in luce le capacità strumentali del gruppo, “Song for the lost sound” incede maestosa e melancolica, ed è dotata di un pregevole solo di chitarra. Chiude “The door of hell”, confermando le positive impressioni ricavate dall’ascolto dei precedenti episodi. La versione ufficiale di “Remember” è richiedibile all’indirizzo riportato.

Web: http://www.into-thevoid.com
Email: promo@into-thevoid.com
Condividi:

Lascia un commento

*