Maledia: Black Heaven

0
Condividi:

Ver Sacrum I romani Maledia si inseriscono nel filone, affollatissimo, del gothic metal orchestrale, affermandolo senza timore di venir confusi con la miriade di bands che propongono sonorità affini. Dispongono di qualità che non vanno taciute: buona padronanza tecnica, una scrittura fluida e, non ultima, una produzione eccellente. Non per nulla, è il quotato Giuseppe Orlando a farsene carico. Garanzia di qualità, come “Black heaven” dimostra. La bella voce di Luana viene pertando opportunamente valorizzata, come pure lo strumentismo, sempre efficace anche nei frangenti più impegnativi. L’originalità verrà collo scorrere del tempo e coll’acquisire ulteriore scioltezza, i Maledia debbono solo perfezionare il loro stile. Nell’ascolto delle tre tracce, la mia preferita è “Hopeless desire”, ma anche la title-track e la lenta e solenne “Nightfall”, che pare tratta pari pari dal songbook dei best-sellers Nightwish (avete presente il bel mini “Sleeping sun”?) non sfigurano, si eviti per favore il facile confronto con le star del metal-goth, anche perchè questo non gioverebbe ai fini di un giudizio realmente imparziale. Di certo, l’ascolto del dischetto risulta assai piacevole, e facendo tesoro di questa importante esperienza i Maledia non dovrebbero proprio fallire. Visitate il loro sito!

Condividi:

Lascia un commento

*