Offlaga Disco Pax

0
Condividi:
Offlaga Disco Pax

© www.offlagadiscopax.splinder.com

C’è poco da dire, in questi ultimi mesi gli Offlaga Disco Pax hanno davvero “fatto il botto”, non per nulla nel giro di pochissimo tempo sono passati dallo status di band sconosciuta a quello di “new sensation” della scena alternativa italiana. Il loro album di debutto, intitolatoSocialismo tascabile (Prove tecniche di trasmissione) è stato molto ben accolto dalla critica e ha suscitato fin dall’inizio un certo clamore, dovuto soprattutto all’originalità della proposta musicale del trio, che abbina sonorità in bilico tra new wave ed elettronica a testi politicizzati ma anche divertentissimi (i quali, tra l’altro, hanno la particolarità di non esser cantati, bensì recitati…). Il fatto che il disco abbia ottenuto un buon successo appare subito chiaro quando si assiste a una delle loro esibizioni dal vivo, difatti al concerto tenutosi a metà agosto in quel di Castellina Marittima (ridente paesino della provincia di Pisa) una buona parte del pubblico ha dato prova di conoscere bene il gruppo (c’era addirittura chi sapeva alcuni dei testi a memoria, e la cosa mi ha davvero meravigliato!).

Quando sono arrivata all’anfiteatro del parco comunale della località appena citata (erano le 23.15 circa…) gli Offlaga avevano già iniziato a suonare (stavano eseguendo “Kappler”, il pezzo che apre il cd) ed ho subito avuto la sensazione che il loro “show” stesse suscitando una notevole curiosità tra tutti i presenti. Curiosità dovuta però alla stranezza della proposta e non alla “presenza scenica” dei tre, perché è innegabile che essi appaiano abbastanza statici e alquanto inespressivi, almeno per ciò che riguarda il lato strettamente fisico della performance. Quest’ultima cosa, comunque, non mi ha stupito molto perché non mi aspettavo certo degli invasati intenti a saltellare qua e là o a dimenarsi come ossessi, tanto più che il genere musicale a cui sono dediti non è di quelli che inducono a spendere tante energie durante l’esecuzione dei brani, ma a onor di cronaca dirò che il chitarrista si è limitato a eseguire con precisione (e rigorosamente a testa bassa) i suoi riff “alla Cure” e che il bassista, spesso e volentieri, ha suonato con le spalle rivolte verso il pubblico (c’e però da aggiungere che egli, in qualche caso, ha abbandonato tale strumento per dedicarsi soltanto al moog). Per quanto riguarda il cantante Max Collini (che comunque pareva una statua con un microfono davanti…), beh lui è stato l’unico ad interagire un po’ con gli spettatori, facendo piccole introduzioni ai pezzi e lanciando, in un paio di occasioni, chewing-gum e pacchetti di wafer (!!) alle persone più vicine al palco (per chi non lo sapesse dirò che gli ODP hanno dedicato due canzoni del loro album, vale a dire le esilaranti “Cinnamon” e “Tatranky”, alle gomme da masticare e ai dolcetti con cialde).

Inutile dire che, visto il contenuto estremamente ironico dei testi della band, non ho potuto fare a meno di ridere “sotto i baffi” durante tutto il concerto: il buon Collini, infatti, non è soltanto uno che racconta cose divertenti, ma ha anche il piglio del cabarettista e quando narra le sue “storie” lo fa con un tono semiserio che le rende ancora più spassose… Credo comunque che in molti abbiano reagito come me, difatti non è facile rimanere del tutto indifferenti all’ascolto di pezzi come “Piccola Pietroburgo”, “De Fonseca” o “Tono metallico standard”.

Il tutto si è concluso poco dopo la mezzanotte, e devo dire che la serata è stata tutt’altro che deludente: il successo che il gruppo emiliano sta ottenendo mi sembra del tutto meritato (non a caso i tre sono richiestissimi al momento e stanno suonando praticamente ovunque!) e chissà che in futuro il nome Offlaga Disco Pax non diventi una vera e propria certezza nel panorama alternativo di casa nostra (visto che, oltretutto, sembrano piacere a svariate tipologie di ascoltatori!). Insomma, non so quali saranno le prossime evoluzioni di questo interessante progetto, ma il mio augurio è che continui a far divertire, dato che è proprio tale caratteristica a renderlo così speciale!

Links:

Offlaga Disco Pax

offlaga disco pax

© www.offlagadiscopax.splinder.com

Condividi:

Lascia un commento

*