Motus Tenebrae: Wayside

184
0
Condividi:

Ver Sacrum Autori del positivo mini “Beyond”, influenzato dai primi Paradise Lost ed Anathema, i Motus Tenebrae marcano con il presente “Wayside” una decisa maturazione stilistica, dimostrando con questo che il tempo trascorso fra le due pubblicazioni non è certo trascorso invano. Ed i brani del disco oggetto della nostra humilissima analisi sorprendono piacevolmente l’ascoltatore, tanto sono dotati di energia, sapientemente stemperata da screziature melodiche che li rendono ancor più accattivanti (si ascoltino le iniziali “Someday” e “Distant desire”, manifesti del nuovo corso del gruppo). Addirittura, li paragonerei ai miei beniamini Ordeal By Fire, ed i punti di contatto coi gothsters torinesi sono in fatti più d’uno (“Cyberevil”)! Il cantante Luis si propone con una sciolta sicurezza, approcciando ogni singola canzone con un piglio autoritario che lo avvicina ancor più al mitico Michele degli ObF (come in “The atmosphere”), ed il wall of sound innalzato dai suoi fidi compari è assolutamente imponente. E’ un susseguirsi di pezzi ove scorie di epic doom alla Candlemass vengono gettate a piene mani nel crogiuolo governato dall’irruenti chitarre di Franz e da una sezione ritmica monolitica (Andreas al basso e Mauricio alla batteria). Residuano ancora velati riferimenti ai due gruppi citati in apertura, inoltre su “Wayside” incombe una pesantissima ed asfissiante cappa dark, che rende inattaccabili episodi come la conclusiva ed umbratile title-track. La svelta “Not in this way” denuncia l’amore dei nostri per atmosfere sulfuree, ed in questo caso la lezione della NWOBHM più cupa è stata assimilata alla perfezione, omaggiando combos misconosciuti quali Witchfynde, Witchfinder General ed Angelwitch, opportunamente riveduta secondo i canoni attualmente in voga. Il suono di “Wayside” (il disco è stato registrato presso i Syncropain Studios, la masterizzazione all’Imperial Mastering in California) è eccellente, rendendo questa uscita degna di attenzione, e ponendola alla pari con quanto proposto da etichette di livello internazionale. Visitate il loro sito e contatatteli, i Motus Tenebrae possono davvero rappresentare la next big thing del dark italiano! Fate vostro “Wayside”!

Web: http://www.motustenebrae.com
Email: motustenebrae@hotmail.com
Condividi:

Lascia un commento

*