Ayria: Flicker

0
Condividi:

Ver Sacrum Secondo album per Ayria, al secolo Jennifer Parkin; la ragazza sembra aver fatto tesoro delle stroncature piovute piu’ o meno unanimemente sul precedente “Debris” e torna con questo disco che, pur senza far gridare al miracolo, ci regala alcuni episodi interessanti e risolleva almeno un pò le quotazioni di questo progetto. “Flicker” era stato preceduto dal mcd “My revenge on the world” e la title-track era già programmatica della voglia di riscatto che animava Jennifer dopo lo scarso riscontro ottenuto dall’album precedente (assai bruttino come già detto); in effetti questa canzone ( caratterizzata da un elettro-industrial spiccatamente “dance” che sarà poi lo stile dominante di “Flicker”) risulta uno dei migliori episodi del nuovo album; un disco abbastanza vario, capace di passare da momenti “elettro-industrial” piu’ marcatamente dance (“It’s been fun”, “My device”, “My revenge on the world”) ad altri piu’ intimisti (“St. Edith”, “Lovely day”); mentre in “Pink dress” spicca l’uso della chitarra elettrica. Indubbiamente alcuni episodi risultano piuttosto stucchevoli e poco entusiasmanti a dimostrare che, se è vero che dei progressi sono stati fatti, la strada da compiere per Jennifer è ancora lunga.

TagsAyria
Condividi:

Lascia un commento

*