L'Ame Immortelle: Auf deinen schwingen

0
Condividi:

Ver Sacrum Il nuovo album del duo austriaco è purtroppo peggiore di ciò che il singolo “Dein herz” mi aveva indotto a pensare. Se infatti il brano scelto come singolo pur non esaltandomi mi aveva indotto ad un giudizio tutto sommato benevolo (per arrivare a ciò avevo dovuto accettare, pur non gradendola e non condividendola, la svolta “rock” dei L’Ame Immortelle), l’ascolto integrale di “Auf deinen schwingen” si rivela una vera sofferenza per il sottoscritto e fa crollare le ormai minime aspettative che potevo riporre su di loro: il nuovo disco è una sterile e prolissa sequanza di 15 tracce che alternano brani “tirati” di gothic-rock alquanto mediocre con pezzi piu’ lenti, dove il melodrammatico sconfina nel noioso. Questo disco estremizza la svolta stilistica già introdotta dai precedenti “Als die liebe starb” e (sopratutto) “Gezeiten”: laddove nei due dischi precedenti sopravviveva qualche synth memore del passato, ora troviamo solo chitarre, bassi, batteria e sezioni d’archi per canzoni mediocri ed un pò tutte uguali. Il risultato è un disco che potrà forse compiacere i gusti del pubblico metal-goth e chi si “nutre” indifferentemente di HIM, Zeraphine, Evanescene, Lacuna Coil, ecc.. Io preferisco ricordarmeli per com’erano una volta.

Condividi:

Lascia un commento

*