The Retrosic: Nightcrawler

0
Condividi:

Ver Sacrum “Nightcrawler” giunge due anni dopo l’ottimo “God of Hell”, e riconferma The Retrosic come l’erede legittimo al trono lasciato ormai da tempo vacante da Rudy Ratzinger. Tra tanti aspiranti eredi allo scettro di “re” dell’elettro-industrial piu’ cupo ed abrasivo, il progetto di Cyrus si conferma come il piu’ meritevole, offrendoci un altro grande disco che non si perde nel marasma delle innumerevoli (ed in gran parte mediocri) pubblicazioni harsh-elettro, ma brilla di luce propria, grazie a brani convincenti, caratterizzati da sonorità ricercate ed arrangiamenti di gran lunga superiori alla media, con richiami a sonorità etnico-orientali (non nuove per il gruppo tedesco) e sprazzi techno-dance (“Bomb”) per un disco mai banale. Lunga la lista dei potenziali “hits” di questo disco (“Unleash hell”, “Desperate youth”, “Deathdealer”, “The lucky ones” tanto per citarne alcune) che dimostra come, partendo da un preciso punto di riferimento (in questo caso il Wumpscut dei tempi migliori), si possano sviluppare le proprie idee con personalità e gusto. Una delle migliori elettro-release dell’anno.

Condividi:

Lascia un commento

*