32Crash: Humanity

0
Condividi:

Ver Sacrum Dietro il monicker 32Crash si celano nientemeno che Jean Luc De Meyer (Front 242), Len Lemeire (Implant) e Jan D’Hooge (Vive La Fete); nomi di tutto rispetto quindi, oggi riuniti per questo progetto, che ci propone dieci tracce (tra inediti e remix) decisamente interessanti, tanto dal punto di vista musicale, quanto per il “concept” (che descrive la situazione sul pianeta Terra nell’anno 2107, quando gli effetti dell’inquinamento ed i relativi cambiamenti climatici hanno causato danni irreparabili: uno scenario inquietante, ma che rischia purtroppo di essere tutt’altro che fantascientifico), per un mcd che non può che alimentare curiosità in vista del prossimo full length. La voce di Jean Luc De Meyer, che ha caratterizzato tanti immortali capolavori a firma Front 242, si erge imperiosa sulle strutture sonore create da Lemeire, per un elettro-sound non facilmente catalogabile ma indubbiamente stuzzicante e godibile, come era lecito attendersi da cotanti personaggi. “Humanity” dà il meglio di sé in brani come “Merlin’s Gun” (presente anche in un remix firmato dall’altro Front 242 Patrick Codenys) e la title-track stessa; buona anche “Lone Ranger” ed il relativo remix a cura di Sebastian Komor. Tra tante mediocri releases, l’Alfa Matrix ogni tanto riesce ancora a proporci qualcosa di interessante.

Condividi:

Lascia un commento

*