S.I.T.D. / Painbastard: Klangfusion vol.1

0
Condividi:

Ver Sacrum Interessante iniziativa dell’Accession Records, che mette sul mercato i nuovi mcd di S.I.T.D. e Painbastard in un’unica confezione (i dischi non sono in vendita singolarmente) ed in “special price”; due lavori che costituiscono delle anticipazioni ai full length che entrambi i gruppi pubblicheranno nei prossimi mesi (per primi i S.I.T.D. con “Bestie:Mensch” in uscita il 7 Settembre). “Kreuzgang” è il brano portante del mcd a firma S.I.T.D., un pezzo nel classico stile del trio teutonico: elettro-dark dai foschi toni apocalittici, cupo e ballabile al tempo stesso. Non si tratta di un singolo all’altezza di alcuni loro hits precedenti (“Snuff Machinery” e “Richtfest”) ma è pur sempre un valido brano dalle sonorità intriganti che ci viene proposto (oltre che nella versione originale) in altri cinque remix a firma Rotersand, Angels & Agony, Painbastard, Agonoize e Diorama, con i primi tre a proporci le migliori versioni. La tracklist è completata da “Atonement” e “Metamorphosis”, due brani decisamente apprezzabili che contribuiscono a sancire il livello piu’ che buono di questo primo dischetto. “Nyctophobia” è invece il brano che dà il titolo al mcd di Painbastard; Alex P. realizza uno dei suoi migliori lavori: meno aggressivo rispetto alla gran parte della sua produzione, “Nyctophobia” è un brano che ai BPM privilegia le atmosfere cupe ed opprimenti, con un risultato decisamente buono. Il ritmo si alza con la pregevole “Psychological disintegration”, un pezzo “tirato” nel tipico stile della one-man-band tedesca ma meno “grezzo” rispetto ad altre sue canzoni; è quindi la volta della già nota “Torn”: già inclusa sull’album “No need to worry”, la ritroviamo ora in un nuovo remix a cura dei Diorama. Decisamente sorprendente e ben riuscita la cover di “MenschFeind” dei Diary of Dreams. Seguono quindi ben sei remix della title-track; prestigiosi anche qui i nomi chiamati a contribuire: Assemblage 23, In The Nursery, This Morn’Omina, Supreme Court, Straftanz e ovviamente S.I.T.D. Citazione in questo caso per due remix agli antipodi: il lavoro dei grandi In The Nursery amplifica le tonalità plumbee del brano, mentre quello di This Morn Omina lo re-inventa, rivitalizzandolo: due riletture completamente diverse ma ugualmente apprezzabili. Lo “special price” e buona parte del contenuto dei due mcd possono giustificarne l’acquisto.

Condividi:

Lascia un commento

*