Din [A] Tod: The Sound of Crash

0
Condividi:

Ver Sacrum I piu’ attenti osservatori della scena tedesca avranno sentito circolare il nome dei Din [A] Tod da qualche anno, ma solo ora il trio berlinese approda all’album d’esordio. The Sound of Crash è un disco indubbiamente fresco e piacevole, che porta una boccata d’aria in un panorama elettro troppo spesso appiattito su un infinità di gruppi “clone” che si rifanno a pochi “mostri sacri”, mentre Din [A] Tod sviluppa un sound originale seppur non nuovo: dodici tracce che fondono elettronica minimale, new wave ed elettro-clash con risultati quasi sempre brillanti (alcuni pezzi sono però decisamente prolissi), che in diversi episodi potrebbero ricordare dei Welle Erdball piu’ oscuri (si ascolti ad esempio “Time mad dogs of us”). Diversi i pezzi da segnalare, da “Creation Crucifixion” a “Ephedrine logic”, da “Tragic blue” alla conclusiva “Margarita” (decisamente il mio pezzo preferito del disco!), per un disco assolutamente piacevole e consigliabile a tutti gli amanti delle sonorità analogiche ed elettro-retrò. Subito dopo i miei favoriti Ashbury Heights, i Din [A] Tod rappresentano una delle piu’ piacevoli sorprese del 2007.

Condividi:

Lascia un commento

*