Mezire: Corrosion Effects

0
Condividi:

Ver Sacrum Di norma, quando in ambito electro si sente parlare di “evoluzione” si associa spesso tale concetto a maggiore raffinatezza dei suoni e degli arrangiamenti, a espressioni più elaborate, ad ammorbidimenti e strizzate d’occhio paramainstream nei casi più eclatanti. I tedeschi Mezire, invece, hanno fatto un percorso che smentisce appieno questo luogo comune, cominciando più di dieci anni orsono in lidi dark-electro e approdando progressivamente a un sound a cui la stessa definizione di semplice industrial pare limitante. In Corrosion effect l’elemento power electronics – harsch industrial si coniuga a un retrogusto doom capace di creare paesaggi sonori di plumbea desolazione (“The last war”), un feeling di totalizzante e razionale violenza (“Gun”), esplosioni di pura devsstazione sonora(“Blast Furnace”) che rifuggono dall’essere di maniera, votando la funzione disturbante di tutto ciò che finisce o inizia o ha a che fare con la parola noise a un’intensità deflagrante come la sua stessa modalità d’espressione. Corrosion effects si dimostra un lavoro che emerge pienamente nel suo valore con qualche ascolto, svelando lentamente le sue carte. Vincendo poi in maniera clamorosa. La Rustblade, come suo solito, ci ha visto bene. Chapeau.

Web: http://www.rustblade.com
Email: info@rustblade.com
TagsMezire
Condividi:

Lascia un commento

*