Verhören: Death is safe

0
Condividi:

Ver Sacrum Verhören è il progetto personale di Justin Ward, musicista di Phoenix in Arizona che esordisce per la nostra Final Musik che sembra operare bene anche a livello di talent scouting; devo dire infatti che questo Death is safe non mi è affatto dispiaciuto, ispirato com’è a un’ambient scura ma non mortifera, ricca di influenze classicheggianti; il riferimento che mi viene in mente è il primo cd dei Die Verbannten Kinder Evas, probabilmente grazie alla presenza frequente e per me molto piacevole, del suono dell’organo e di strutture melodiche che, pur ammorbidendo il suono, non solo non lo impoveriscono ma, anzi, gli aggiungono una buona dose di fascino. Anche gli interventi ritmici dei timpani aggiungono un po’ di fasto e di marzialità senza mai eccedere nello sfarzo, generando musica allo stesso tempo elegante, scura ed equilibrata ma mai eccessivamente pomposa. Unico, piccolo neo è la breve durata, intorno alla mezz’ora, che d’altra parte, per un’opera prima, può essere una scelta valida nell’attesa di nuove evoluzioni ed ispirazioni che giungeranno col tempo e l’esperienza.

Condividi:

Lascia un commento

*