Ayria: The Gun Song

0
Condividi:

Ver Sacrum Ad anticipare il suo terzo album Hearts for bullets, attualmente in lavorazione in Canada e la cui produzione è affidata a Sebastian Komor, Ayria realizza il mcd The Gun Song; se già in passato i lavori della signorina Jennifer Parkin non mi avevano entusiasmato, non sarà certo questo mcd a farmi cambiare idea. Innanzitutto perché ci troviamo davanti al solito mcd infarcito di remix (otto) a fronte di due soli brani inediti (la title-track e “Six seconds”) i quali non fanno altro che ribadire l’assoluta pochezza della musica di Ayria, che se possibile, mi pare addirittura peggiorata rispetto al precedente Flicker. In “The Gun Song”, la Parkin mi pare voglia rifarsi a Pzychobitch (altra “artista” che definire sopravvalutata mi pare il minimo), meno peggio “Six Seconds” dalla struttura maggiormente industrial-dance; si tratta comunque di materiale veramente mediocre a cui può giovare veramente poco il tocco dei remixer chiamati in causa (Daniel B. dei Front 242, Spetsnaz, Leaether Strip, Headscan, Angelspit, ecc…). Cavare il sangue dalle rape è impresa ardua per chiunque e non so se l’Alfa Matrix abbia più coraggio nel produrre certa roba o nello scrivere le pomposissime “release sheet” che accompagnano i suoi prodotti.

TagsAyria
Condividi:

Lascia un commento

*