Iris: Hydra

0
Condividi:

Ver Sacrum Anche gli Iris cedono alla tentazione di realizzare un cd di remix (con tre brani inediti) a cui viene abbinato un dvd con brani “live”, interviste, backstage, ecc… Il duo texano ha realizzato sin’ora tre album che sono dei piccoli gioielli in campo synth-pop e quindi i loro fans accoglieranno (forse) con piacere anche quest’operazione che sembra idealmente sancire una prima fase della loro carriera musicale. Il cd audio include tredici tracce, di cui le prime tre sono inedite; tra queste brilla “New Invaders”, eccellente brano, melodico e “catchy” (nel piu’ classico Iris-style), che va annoverato tra le migliori canzoni del duo americano; meno esaltanti ma comunque gradevoli, le successive “Stop breaking your own heart” e “Nobody wins”. Sul fronte dei remix, sugli scudi il lavoro dei Mesh (altro “colosso” del synth-pop) per “Lands of fire”, mentre tra gli altri brani remixati troviamo “It generates”, “No one left to lose”, “Vacant”, ecc… Anche per Hydra farò le stesse considerazioni di sempre quando mi trovo al cospetto di remix-cd: lavoro che nulla toglie e nulla aggiunge alla reputazione degli Iris, l’eventuale appeal commerciale dell’opera è da ritrovarsi nei tre inediti e nel dvd.

TagsIris
Condividi:

Lascia un commento

*