Wednesday 13: Skeletons

0
Condividi:

Ver Sacrum La miseria! Fang bang non era piaciuto a tutti, e forse influenzato da qualche feed-back non proprio favorevole, l’approccio a Skeletons è stato una volta tanto improntato ad una certa, sana cautela. Ma “Scream baby scream” ha letteralmente fugato ogni dubbio, non me l’aspettavo una tale botta! Wed è incazzato brutto, e le chitarrone belle pese della prescelta opening track lo dimostrano. Ma non preoccupatevi, in Skeletons c’è tanto, tanto horror-punk, non solo cattiveria, e via con “Not another teenage anthem”, che anthemico a dispetto del titolo lo è! Undici pezzi di folle casino, con gli hit assoluti marcati da “Put your death mask on”, “Gimmie gimmie bloodshed” e da “All american massacre”, col piano gothicissimo che inaugura l’immensa e decadente title-track. Sissì, direte voi dopo averla ascoltata, Hadrianus è proprio rimbecillito! Eppure, è questa la ballatona che fa grande un personaggio come il nostro: bubblegum-goth-rock all’ennesima potenza, un episodio così… paraculo tanto che se esistesse una enciclopedia del dark mainstream, si dovrebbe inserirlo per forza! Idem per “My demise”, ma da ora in poi non pretendete altri zuccherini. Skeletons mi sta bene così, d’altronde con un personaggio come il suo genitore, non vi aspettavate mica un disco composto ed educato?

Condividi:

Lascia un commento

*