Parade Ground: Rosary

0
Condividi:

Ver Sacrum Confesso che m’aveva preso un colpo allorquando, inserita la ciambellina argentata nel lettore ciddì, lessi sul display trenta tracce! Una rapida ricognizione allo stesso ed al booklet ed ecco chiarito l’enigma: ogni brano lungo è preceduto da una sua specifica intro rumoristica denominata “Rosary” come il disco, e seguita dalla numerazione romana… Non una novità, altri ricorsero a codesta soluzione, se non altro i due fratellini Jean-Marc e Pierre Pauly (ovvero i Parade Ground, attivi per oltre un lustro dal 1982 e con all’attivo un solo ellepì, “Cut up” datato ’88 e pubblicato da Play it again, Sam!, oltre ad una manciata di mini) giuocano coll’ascoltatore proponendo pure una sorta di personale e criptato tributo ad una band che la storia del goth l’ha fatta, iscrivendovi un capitolo di primaria importanza. Quale? Chi avrà la ventura di imbattersi in Rosary comprenderà a quale gruppo mi sto riferendo. Cosa propongono i nostri belgi e riformati hermanos? Un dark/post-punk ridotto all’essenziale, oscuro e magmatico anche nelle sonorità, (volutamente?) impastate e decisamente lo-fi, riferentesi a Killing Joke e pure a Front 242 (per i quali scrissero le vocals di “Up Evil”, e che rallentano in “Beads”). Tensione latente, nausea, claustrofobia sono alcune delle sensazioni che proverete collo scorrere dei singoli episodi, una lenta discesa nel baratro oscuro della vostra mente anche se, dal punto di vista strettamente musicale, ben poco emerge in queste quindici songs (fra le quali cito “Naked” e “Stutter”), che tali proprio non solo. Un lamento, il grido disperato d’un folle, la rappresentazione dell’insanìa, ecco cos’è in fondo Rosary; è questo il senso ultimo dell’operazione, destinata esclusivamente a coloro che sono interessati alla destrutturazione della componente sonora, certamente non a chi ritiene fondamentale l’apporto melodico nella definizione della forma canzone.

Per informazioni: Sleep Walking Records - Av. de la Basilique 357 B16 - B-1081 Brussels (BE)
Web: http://www.parade-ground.net
Condividi:

Lascia un commento

*