Lia Fail: Leipzig

0
Condividi:

Ver Sacrum Dopo un consistente cambio di formazione, tornano i Lia Fail con un demo di cinque brani (quattro, considerando che l’ultima traccia è una riproposizione cantata in tedesco della prima) dalla pregevole confezione in grande formato. I bolognesi guardano direttamente ai grandi nomi del genere neofolk, avendo palesemente il Death In June periodo d’oro come nume tutelare e principale fonte d’ispirazione. Le voci di Tiziana, Elisa e Andrea ricamano ballate acustiche che purtroppo non riescono a uscire dalla mediocrità; il cantato femminile è molto azzeccato e perfettamente in linea con le altre produzioni di genere, ma è proprio la capacità di scrittura che latita, giacché i brani soffrono di mancanza di personalità e, nel complesso, sono troppo simili l’uno con l’altro. Se aggiungiamo il fatto che di materiale del genere ne è stato già pubblicato fin troppo nel corso degli anni, il quadro è completo. La strada per Leipzig è ancora lunga, pare.

Condividi:

Lascia un commento

*