Raison D'Être: The luminous experience

0
Condividi:

Ver Sacrum Dopo 17 anni di onoratissima carriera, anche per Raison D’Être è giunta l’ora di incidere una release ufficiale dal vivo sulla sua etichetta storica, la Cold Meat Industry. In effetti l’anno scorso il musicista svedese aveva già reso disponibili alcune registrazioni dal vivo del suo progetto principale, distribuendole attraverso la sue etichetta personale Yantra Atmospheres in formato mp3 (per chi fosse interessato, può seguire questo link), ma in effetti questo rimane il primo album in cui viene riportato un concerto intero, nella fattispecie registrato a Enschede, in Olanda, nella notte tra il 20 e il 21 giugno di quest’anno. Del tutto inutile credo sia parlare di cosa abbia rappresentato questo progetto per l’ambito della musica dark ambient, essendone, subito dopo Lustmord e insieme a pochi altri musiciti, uno dei riferimenti principali. Più interessante può essere cercare di capire cosa ci si possa aspettare da una sua performance dal vivo: lo vidi (ormai troppi) anni fa dal vivo in Belgio, in occasione di un Eurorock Festival particolarmente fortunato (sia dal punto di vista dei musicisti ospitati sia da quello meteorologico); il suo concerto mi colpì moltissimo da un punto di vista visivo e tecnico, grazie al suo chiaro richiamo a musicisti industrial d’altri tempi, mentre da un punto di vista emozionale era stato necessariamente meno coinvolgente delle sue registrazioni in studio. In ogni caso il concerto mi piacque moltissimo. Quello che stupisce ancora, nella musica di Raison D’Être, è la complessità della stratificazione sonora, presente anche nell’esecuzione live; la sua musica non è costituita esclusivamente da infiniti drone ma da un intero sottobosco di rumori, tensioni, fratture, collisioni, fruscii e strofinamenti a cui i drone fanno solo da sottofondo. Malgrado i numerosi anni di attività e il sovraffollamento dell’ambito musicale in cui si muove, il signor Peter Andersson continua a produrre lavori di notevole livello: come tutti gli altri dischi di questo progetto, si tratta di un CD imperdibile per gli appassionati del genere.

Condividi:

Lascia un commento

*