The Thirsty Coffin: Letters from Dusk

0
Condividi:

Ver Sacrum Viene da Palermo, Marco Massaro, mente unica del progetto Thirsty Coffin e ci presenta, con questo Letters from Dusk un mini cd, composto da 4 brani ed alla fine nemmeno troppo mini, dato che i pezzi puntano tutti verso i 7 minuti. Allora, il progetto è palesemente e programmaticamente derivativo: un omaggio-citazione delle atmosfere gothic più “ortodosse” sia nello stile musicale che nelle tematiche proposte dai testi (e mettiamoci anche l’artwork, già che ci siamo). Ecco, forse sta tutto qui il limite del lavoro, non tanto nell’essere derivativo, quanto nei modelli che si propone di omaggiare. “And Nothing More” sembra, di base, il pezzo che i 69 Eyes non sono riusciti ad inserire in Paris Kills, ma… ma la presenza nel refrain di una chitarra prestata dai Rosetta Stone, ci dice di come i modelli di Massaro vadano indietro nel tempo ben più di 6-7 anni. Anche in “The Darkest Secret”, i 69 Eyes tornano a farsi sentire (forse a braccetto dei Type O Negative), mentre il suono della tastiera ritmata e sognante e la voce paiono rimandare ai Nosferatu ultima maniera. Notevole è poi “Every Dawn and Every Light”, dove suoni di tastiera molto nosferatiani vanno a ricamare su un lento, cadenzato tappeto di chitarre dal bel colore acido e la parte vocale è davvero ben curata. Interessante, inoltre, l’arrangiamento della parte finale, dove il ritmo invece di decrescere, cresce come se dovesse da un momento all’altro cominciare un altro brano. La finale “Somebody is Praying”, mossa ed inquietante, è forse la più eighties di tutte le canzoni del dischetto, con le chitarre e la voce a muovere mille ricordi. Insomma, se quattro brani, benché lunghetti, sono pochi per potere giudicare compiutamente l’opera di un musicista, ci sentiamo di dare almeno due consigli a Marco Massaro per la sua Bara Assetata: limitare la durata dei pezzi e -soprattutto- lavorare maggiormente alla compattezza degli stessi, cosicché alla fine dell’ascolto rimanga meno sul palato una poco gradevole sensazione di un irrisolto “copia e incolla”.

Web: http://www.myspace.com/thethirstycoffin
Email: thirstycoffin@hotmail.it
Condividi:

Lascia un commento

*