Aa.Vv.: Interior

0
Condividi:

Ver Sacrum Interior – Obscure Sounds From The Inside, titolo non certo originalissimo visto l’ambito musicale, è una compilation dell’etichetta italiana Invisible Eye Production di Marco Grosso. Si tratta di una raccolta di tracce esclusive o rare di gruppi minori della scena dark ambient e industrial, con l’eccezione di Runes Order, unico nome piuttosto conosciuto della raccolta. La qualità media della musica proposta è molto, molto altalenante, ma compilation come questa hanno l’innegabile pregio di presentare anche nomi completamente sconosciuti ma degni di maggiori approfondimenti in futuro. Curiosamente il meglio della compilation si trova nella parte centrale, con quattro brani uno dopo l’altro. Davvero splendido il brano di Aleph Naught, in bilico tra neoclassicismo e taglio cinematografico, a cui fa eco Colossoth con la sua elettronica sporcata di noise e pianoforte. Discreti i brani di Corpoparassita (recensito un paio di mesi fa su queste pagine) e Permafrost. Per il resto siamo di fronte alla solita fuffa: droni a più non posso (i brani di Camisole e Neuropa sembrano fatti dalla stessa persona), scricchiolii, rumorismi assortiti spesso e volentieri gratuiti, insomma, tutto già sentito e risentito, e soprattutto fatto meglio, tanto che ad ascoltare il brano di Runes Order lo scarto con il resto della compilation è quasi imbarazzante.

Condividi:

Lascia un commento

*