The Pussybats: Famous last song

0
Condividi:

Ver Sacrum Già conosciuti per aver partecipato al terzo capitole della “A compilation” (uno strumentino che Black Rain utilizza per pubblicizzare le uscite proprie e quelle delle sue sussidiarie) e per il singolo downloadabile “No Romeo”, i tedeschini The Pussybats marcano il loro debutto col presente Famous last songs. Disco onesto che vede Mike Night (batteria), Roy Rock (chitarre), Marple 8 (basso) ed il vocalist Sid van Sin alle prese con un energico alternative rock dopato da abbondanti dosi di chitarroni poggianti su d’una sezione ritmica bella tosta. Episodi degni di menzione ve ne sono diversi (come l’ottima versione dell’hit novantiano “Your woman” portato al successo dai White Town), i nostri già con l’opener “Back to the darkness” dichiarano le proprie intenzioni, e direi che, per essere un’opera prima, ci siamo davvero. In “The most beautiful tales end sadly” poi non si fanno mancare nulla, ed oltre ad un contrabbasso, ospitano pure la bella voce di Leandra (che si esibisce pure al piano). Parecchi brani adatti all’airplay, “In April” ad esempio vanta una costruzione armonica pregevole, vanno meglio definiti alcuni particolari (“Scarlet” puzza di HIM lontano un chilometro) per permettere ai The Pussybats di ritagliarsi un posticino nell’affollato panorama alterna europeo.

Per informazioni: www.myspace.com/thepussybats
Condividi:

Lascia un commento

*