Necrophorus: Moments Of Sleeping Sadness

0
Condividi:

Ver Sacrum Per chi non lo dovesse conoscere, Necrophorus è uno dei numerosissimi nomi sotto i quali si nasconde la personalità dell’iperproduttivo Peter Andersson, il cui progetto più noto è probabilmente Raison d’Être, al di là di ogni ragionevole dubbio uno dei pilastri portanti della scena dark ambient. Tra questi molteplici appellativi, a discapito del nome scelto che sembrerebbe ispirare ambientazioni profondamente mortifere, probabilmente Necrophorus è quello che produce le sonorità più morbide e suadenti, indubbiamente più luminose di quelle di Raison d’Être e molto meno rumorose di quelle di Stratvm Terror, solo per nominare i due progetti più famosi del musicista svedese. Le atmosfere sono tendenzialmente solari e rilassate, caratterizzate talvolta da un approccio quasi naturalistico non tanto lontano da quello di alcuni musicisti new age, e dalla presenza di strumenti suonati (pur se sintetici) che creano qua e là, delle vere e proprie melodie, cosa non del tutto ovvia in quest’ambito. L’ascolto può essere piacevole e rilassante, anche se non posso nascondere di preferire di gran lunga la musica di Raison d’Être a quella qui contenuta.

Condividi:

Lascia un commento

*