A Spell Inside: LogInside

171
0
Condividi:

Ver Sacrum A ben cinque anni di distanza dal precedente Vitalizer, gli A Spell Inside realizzano LogInside, quarto album per questa band formatasi nel lontano 1989 (e quindi non particolarmente prolifica) e dedita ad un buon synth-pop che trova nei De/Vision il principale riferimento. Il nuovo disco palesa un ottimo songwriting che porta alla realizzazione di dodici tracce decisamente apprezzabili, dove il synth-pop incontra la wave anni’80, spaziando dagli episodi piu’ ballabili (l’iniziale e trascinante “Keener”, “Staerke 10”, “I will”, “Here to stay”) alle ballads dai toni piu’ intimisti (“Your eyes”, “Waiting”, “Chase”) mentre alcuni pezzi, come “Secrets”, “Reality” e “Not enough” rimandano decisamente allo stile “elettro-goth” dei connazionali Behind The Scenes. La lunga gestazione del disco è stata quindi ripagata dalla qualità piu’ che buona del prodotto: LogInside, è un album assolutamente imperdibile per gli amanti dell’elettro/synth-pop.

Condividi:

Lascia un commento

*