Aa.Vv.: United Vol.2

0
Condividi:

Ver Sacrum A ben quattro anni di distanza dal primo capitolo, ecco il secondo atto di questo sampler consacrato all’harsh-elettro (e trattandosi di un disco della Noitekk, non potrebbe essere altrimenti). Il disco (digibox limitato a 1.000 copie, con poster ed adesivo) ci propone tredici bands fedeli interpreti di questo genere che, nonostante le pompose ed inevitabili note promozionali della label tedesca, non fanno altro che ribadire quanto questo genere sia ormai da tempo alla canna del gas. La monotonia assoluta è la costante che ci accompagna per quasi tutto il cd; canzoni in fotocopia, con gli stessi beats, le solite voci distorte, ecc… niente di nuovo insomma e veramente pochissimo da salvare, ovvero “Mundus vult decipi” di C-Drone Defect (una delle poche bands harsh non appiattita sui soliti clichè e che ci propone questo bel pezzo, che personalmente mi ha ricordato “Soilbleed” di Grendel) e le redivive band “gemelle” Aslan Faction e Tactical Sekt rispettivamente con “Seventh circle” e “Human catastrophe”. Pur senza esaltare, i loro pezzi sono ampiamente preferibili al resto della tracklist; vi sfido infatti a cogliere differenze tra le nefandezze di Dawn of Ashes, Die Sektor, Life Cried, Distorted Memory, Panic Lift, ecc… United Vol.2 fa segnare un passo indietro rispetto al già non esaltante primo capitolo e potrà soddisfare solo i fans piu’ oltranzisti di questo genere.

Condividi:

Lascia un commento

*