KnifeLadder: Music/Concrete

0
Condividi:

Ver Sacrum Knifeladder è uno dei tanti progetti di John Murphy (SPK, Death In June), vera istituzione della scena che, di concerto con Andrew Trail e Hunter Barr, sono artefici di un suono industrial molto ortodosso e sorretto dalla potente vena percussiva del nostro, che ricopre anche l’insolito ruolo di cantante, equamente suddiviso con Trail. Nel nuovo album, complice forse l’approdo a Cold Meat, assistiamo a qualche variante, o sarebbe meglio dire apertura, che rende questo capitolo il migliore partorito dal terzetto fino ad ora. “Cut And Run”, ad esempio, ostenta palesi richiami wave occasionalmente deturpati da sibili e rumori, “All For The Culling” è addirittura un pezzo neofolk memore della lezione Death In June, abilmente sfumata nella più canonica “Fearsome Engine”, un brano che farebbe invidia agli Einstürzende. Non mancano i passaggi ambientali come “Blind Spot” o “Torn From Memory” e il suono prettamente industriale di “Come”. Per chi ha già avuto a che fare con i KnifeLadder, Music/Concrete è una eccellente riconferma, mentre Cold Meat potrebbe contribuire a sdoganare il nome anche presso altri circuiti. Se ne avete l’occasione, andate a vederli dal vivo: oltre a essere una forza della natura, sono imperdibili nel loro grembiule di cuoio nero.

Condividi:

Lascia un commento

*