SoiSong: xAj3z

0
Condividi:

Ver Sacrum Eccolo qua, l’atteso debutto di SoiSoing, duo composto da Peter Christopherson e Ivan Pavlov. Rispetto all’EP di debutto questo esordio sulla lunga distanza appare più coeso e organico. Anche se il suono è diverso e presenta delle caratteristiche peculiari, siamo più vicini a The Threshold HouseBoys Choir che alle precedenti incarnazioni di Christopherson, ed è palese che Ivan Pavlov abbia giocato un ruolo non secondario in fase di composizione. Sono sette brani di elettronica melliflua e ipnotica, giostrata su un parco suoni ristretto rispetto al solito: pianoforte, chitarra, la “solita” elettronica, e poco altro. E a parte dei campioni vocali maltrattati ed effettati, i brani sono tutti strumentali. La perizia di Christopherson è tutta nella cura dei dettagli. Lavorando di fino sul suono, partendo da strutture tutto sommato molto semplici, le tracce pian piano acquistano spessore e profondità, fino a diventare piccole gemme, dall’andamento più andante e giocoso di “T-hu ri toh”, con vaghe reminiscenze Portishead in “Mic Mo” e “Dtorumi”, o più free in “Paer tahm”. Non è un disco semplicissimo; proprio come le sue tracce, ha bisogno di qualche ascolto per essere assaporato e fatto crescere, ma pare che il duo abbia imboccato la strada giusta.

Condividi:

Lascia un commento

*