Kirlian Camera: Odyssey Europa

0
Condividi:

Ver Sacrum Undici anni dopo The Ice Curtain, i Kirlian Camera realizzano un altro best-of e questa volta fanno le cose in grande, stampando Odyssey Europa in due versioni: “standard edition” in doppio cd e “limited edition” (1.000 copie numerate) consistente in un book con copertina rigida, formato 10x11cm che include quattro cd, splendide foto, informazioni dettagliatissime sulla discografia e due poster; insomma un vero pezzo da collezione imperdibile per i fans piu’ incalliti (ed il sottoscritto si colloca tra questi) del progetto italiano. Oltre allo splendido impatto visivo dell’opera, è ovviamente la musica dei Kirlian Camera a dar lustro alla collezione, offrendoci una panoramica assolutamente esaustiva sui quasi trent’anni di attività del progetto di Angelo Bergamini. Distributi sui quattro dischi troviamo inediti (finalmente la cover di “Comfortably numb” dei Pink Floyd, da tempo presente nella scaletta dei concerti dei Kirlian Camera), brani che appaiono per la prima volta su cd (“Passing masks”, le versioni 7″ di “Heldenplatz”, “Edges”, “Ocean”, “Nightship 451”, ecc..) e rarità (“Final countdown” realizzata per un tributo ai Laibach, “Hold” remix dell’omonimo brano di Wumpscut ed originariamente inclusa nel cd2 dell’album Evoke, “Seasons of the world”, la classica “Obsession” realizzata in collaborazione con Dive, e tanto altro ancora). Un’opera monumentale (58 brani per chi acquista la “limited edition”) che testimonia l’evoluzione di un gruppo che è motivo d’orgoglio per la “scena” italiana: dalla new-wave dei primi anni’80 ai giorni nostri, attraverso un percorso musicale seguito con costanza e dedizione, capace di regalarci brani che sono già storia.

Condividi:

Lascia un commento

*